Promoted content: anche Snapchat apre all’advertising (ma a modo suo)

Snapchat negli Stati Uniti è ormai un colosso.
L’applicazione di photo temporary messaging, creata dal trio di studenti della Stanford University Meyers – Brown – Murphy, conta più di 100 milioni di utenti attivi e fino ad oggi non aveva ancora monetizzato un singolo centesimo grazie a loro. Da oggi infatti è stata lanciata la prima inserzione all’interno dell’applicazione, un trailer di 20 secondi del film horror Ouija, prodotto da Universal Pictures,

Snapchat Adv

Snapchat ha commentato sul proprio blog in questo modo la svolta storica:

It’s the first time we’ve done anything like this because it’s the first time we’ve been paid to put content in that space. It’s going to feel a little weird at first, but we’re taking the plunge

Nonostante i contenuti promossi vengano visualizzati dagli utenti nella sezione Recent Updates, ovvero in quello nel luogo che più di avvicina al feed organico di Facebook, Instagram e Twitter dove ormai siamo abituati – chi più chi meno – a trovare delle inserzioni, mi pare evidente la consapevolezza dei creatori della piattaforma del rischio di ricevere feedback negativi da parte della community, che temono non preparata a questo cambio di rotta.

” a little weird..”

Questa paura di Snapchat, decisamente paradossale visto il genere horror del film sponsorizzato, si nota anche prestando attenzione ai termini utilizzati e a come viene costantemente rassicurato il lettore sulla non invasività delle inserzioni.

Frasi come “We won’t put advertisements in your personal communication” e “We want to see if we can deliver an experience that’s fun and informative” suonano come excusatio non petita e contribuiscono ad alimentare i sospetti sul fatto che la scelta intrapresa dai vertici della piattaforma non è stata unanime, ma decisamente sofferta.

Snapchat advertising
Snapchat sta crescendo velocemente e – soprattutto negli Stati Uniti – ha una user base decisamente allettante per i brand, quel core target 13-20 che poche altre piattaforme possono raggiungere con facilità ed efficacia. Snapchat è un canale molto originale, perché presenta un mix di contenuti e conversazioni che nasce sulla base delle abitudini delle persone: veloce, elementare e social, ingredienti che ne hanno fin dalla nascita caratterizzato il successo.

In questo scenario il ruolo dei brand è quello di percorrere la stessa strada, ovvero andare incontro all’attitude delle persone e coinvolgere il giovanissimo target provando a non interrompere l’esperienza e – a differenza di altri canali – creare engagement direttamente all’interno della piattaforma.

L’advertising rimarrà sempre advertising, ovvero qualcosa che è mai stato e non sarà mai cool. L’approccio di Snapchat al mercato è comunque originale e diversificante: l’opportunità offerta ai brand è di proporre un contenuto, un’esperienza ed intrattenere, veicolando attraverso questo nuovo canale il messaggio ed i propri valori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...