Le migliori campagne pubblicitarie viste a Cannes 2015

Cala il sipario ai Cannes Lions 2015 e l’Italia creativa rimane delusa: solo dieci i premi vinti quest’anno e nessun oro, con un medagliere dominato da Usa, UK e Brasile.

Bilancio negativo – considerato che nel 2013 i Leoni erano stati 19 –  e tante conversazioni sui social media tra il drammatico e lo sconsolato.

In realtà credo che oggi la concorrenza internazionale sia molto più agguerrita e le produzione di qualità decisamente più diffuse: siamo in un epoca in cui spesso l’accessibilità vince sulla conoscenza, e le connessioni permetto di lavorare con i migliori professionisti basati nelle aree più remote del mondo, condividendo senza limiti geografici ed in tempo reale case hsitory e know how specializzato.

Oggi è molto più difficile inventare qualcosa di nuovo, perché si sono moltiplicati i contenuti fruiti dagli utenti e – di conseguenza – creati dai brand in cerca di visibilità.

I brand non competono più solo con altri brand, ma anche con le persone stesse che vogliono raggiungere.

Per questo la creatività è diventata ancora più importante ed ormai è una delle chiavi principali per fare emergere un contento nell’universo di messaggi ed interazioni che si susseguono quotidianamente.

In questo scenario, voglio dare il mio piccolo contributo segnalando quali sono state per me le migliori campagne pubblicitarie viste a Cannes 2015, scegliendo tra quelle in shortlist.

Perché la creatività può essere coltivata, tutti i giorni, facendosi influenzare e contaminare dal lavoro creativo che ci circonda.

Citando Thomas Stearns Eliot:

 I poeti immaturi imitano; i poeti maturi rubano.

Basta con le chiacchiere ed andiamo al dunque del post, ecco la mia personalissima lista delle migliori campagne in shortlist a Cannes, con relativa categoria ed agenzia creativa:

Best Branded content
OK Go and Honda UNI-CUB

“I Won’t Let You Down”
Mori Inc., Tokyo

Best Execution
Guinness

Made Of Black
AMV BBDO, London

Best CSR involvement
Samsung
“Look at me”
Cheil Worldwide

Best Sponsorship 
Renault

Dacia Sponsor Day “The Split” 
Publicis

Best Sports 
Gatorade

“Made In New York”
TBWA\Chiat\Day, Los Angeles

Best Digital acivation
BNL – BNP Paribas
“Hello play”
We are social 

Best Celebrity outreach
Under Armour

“I Will What I Want: Gisele Bündchen”
Droga5, New York

Best Storytelling
John Lewis
“Monty The Penguin”
Adam&EveDDB, London

Best POD
Samsung
“Safety Truck”
Cheil Worldwide
https://youtu.be/6GNGfse9ZK8

Best Video Content
Leica

“100”
F/Nazca Saatchi & Saatchi San Paolo

Best Creativity for web advertising
Geico

“Unskippable: Family/Elevator/High Five”
The Martin Agency, Richmond, Va.

Best Brand Values & Positioning 
Volvo
Life Paint
Grey London

Best Integrated Campaign 
Always/Procter & Gamble

“#LikeAGirl”
Leo Burnett, Toronto, Chicago and London

Best Campaign 2015
Burger King
The Proud Burger
WPP

Quale campagna selezionata a Cannes vi ha colpito maggiormente? Parliamone su Twitter @ricaputo

Annunci

Twitter lancia le campagne “Objective-based” – Social ADV

Twitter sta cambiando in modo molto radicale la propria offerta ADV.

La creatura di Jack Dorsey ha bisogno di monetizzare meglio (e di più) oltre a dover far fronte alla concorrenza sempre più spietata di Facebook, Youtube, galassia Google ed in prospettiva Instagram.

I cambiamenti vanno incontro alle esigenze degli investitori che erano evidentemente poco soddisfatti delle forti barriere economiche all’entrata, della mancanza di valide soluzioni in termini di costo per interazione e della difficoltà nel trovare soluzioni efficaci ed innovative per promuovere i propri contenuti.

In questo momento la soluzione più smart messa a disposizione dalla piattaforma di ADV di Twitter è quella che ti permette di avere un addebito ogni volta che un utente interagisce con un Tweet promosso. Questo generalizza le campagne e risulta poco efficace se l’obiettivo dell’investimento è quello di far installare un’applicazione mobile, portare traffico al vostro sito o stimolare le visualizzazioni di un video.

Le nuove opportunità, spiegate in questo video, permetteranno di ottimizzare l’investimento scegliendo tra obiettivi ben definiti, come i nuovi followers, i click al vostro sito, le conversioni, la generazione di lead (ad esempio con le Twitter lead generation card, uno strumento dal grandissimo potenziale) ed il puro engagement.

Le campagne “Objective-based” sono pensate per massimizzare il ROI, come ha spiegato la product manager Christine Lee direttamente da San Francisco:

Our goal is to make it easier and faster for all businesses to succeed on Twitter Ads

Un bel passo in avanti, che riposiziona Twitter e lo rende al passo con i tempi in uno scenario decisamente competitivo.